Intervento di: Philippe Leruth, Presidente Ifj


mercoledì 13 febbraio 2019

“La sfida più grande è evitare l’impunità per chi commette crimini contro i giornalisti”

«La sfida più grande per il mondo del giornalismo internazionale è evitare l’impunità scandalosa degli assassini di giornalisti in tutto il mondo». Lo ha detto a Levico Terme, al 28° Congresso Fnsi, Philippe Leruth, presidente della Federazione internazionale dei giornalisti, in rappresentanza dei colleghi esteri. «Tutti conoscono i casi del saudita Jamal Khashoggi, mai uscito vivo dall’ambasciata saudita di Istanbul, dello slovacco Jan Kuciak, della bulgara Viktorjia Marinova, della maltese Daphne Caruana Galizia, ma ci sono tanti giornalisti locali, il 90% delle vittime di questa professione, che non sono conosciuti». Anche altre le battaglie importanti, per Leruth: i nemici della stampa, da Trump ai gilet gialli francesi. E la delicata questione della libertà di stampa, ad esempio: «Non esiste vera libertà di stampa quando i giornalisti non possono vivere del loro lavoro». E poi alcuni grandi gruppi che ritengono i media strumenti di propaganda e promozione, e non di informazione. «Internet è uno strumento meraviglioso per i giornalisti ed è parte del futuro, ma non deve consentire a tutti di presentarsi come tali».

Link