Intervento di: Carlo Muscatello, Presidente Associazione Stampa del FVG


mercoledì 13 febbraio 2019

“Domandiamoci perché scriviamo delle vertenze di tutte le categorie ma mai delle nostre”

Vanno cercati anche in periferia i segnali dell’attacco in corso all’informazione. Ne è convinto Carlo Muscatello, che ha portato al Congresso la voce di una regione di confine, il Friuli Venezia Giulia. «La sindaca di Monfalcone, la città dei cantieri, ha fatto togliere dalla biblioteca comunale due quotidiani non graditi per le loro posizioni pro-migranti, L’Avvenire e il Manifesto». Preoccupa, poi, il taglio ai fondi per l’editoria delle minoranze linguistiche (in Friuli Venezia Giulia soprattutto quella slovena). Una critica che non risparmia il governatore Fedriga, «che pretende di trasformare le conferenze stampa in diretta facebook e imporre limitazioni alle attività da presentare al circolo della stampa», e la dismissione di contratti giornalistici dalle agenzie di stampa. Attenzione, infine, alla censura ma anche all’autocensura: «Viviamo un’epoca in cui si sta attenti a cosa si dice e a cosa si scrive - ha concluso Muscatello – ma domandiamoci perché sugli organi di informazione parliamo delle vertenze di tutte le categorie ma mai delle nostre».

Link