Intervento di: Maria Grazia Mazzola, Associazione Stampa Romana


mercoledì 13 febbraio 2019

“Solidarietà a tutti i colleghi minacciati. È un’emergenza”

“La mia solidarietà a tutti i colleghi minacciati, che si occupano di mafie, che informano nelle periferie, nella capitale, ovunque. È un'emergenza: c'è un grande vuoto di informazione nelle periferie”. Apre così, con un pensiero rivolto a tutti i giornalisti intimiditi, l'intervento di Mariagrazia Mazzola. “Dobbiamo ripartire dalla nostra responsabilità e dall'autorevolezza. Ma anche dal prodotto, il grande assente: le notizie sono state ridotte a opinioni e le opinioni elevate a rango di fatti con la conseguenza che milioni di persone in Italia vivono sotto la suggestione e pressione di schieramenti politici e di mera propaganda. Con prodotti video preconfenzionati dalle fonti che evitano la mediazione del giornalista. Storicamente – aggiunge Mazzola, che è stata minacciata di morte a Bari durante un'indagine giornalistica – il giornalismo italiano solitamente ha svolto un ruolo di sentinella. Ma ad oggi non c'è alcuna cronaca dei fatti europei, gli esteri sono assenti e cosi, nel silenzio generale, le minacce ai giornalisti, quelli che l'informazione la fanno senza manipolare i fatti o omettendo le condanne ai mafiosi, aumentano: nelle periferie italiane è buio”.

Link