Intervento di: Guido Besana, Associazione Lombarda Giornalisti


mercoledì 13 febbraio 2019

“Occorre porre il problema del ricambio generazionale, senza dimenticare il recupero di chi è finito fuori”

“In questi anni mi sono occupato di tossicodipendenza da ammortizzatori sociali delle aziende editoriali italiane - evidenzia Guido Besana – che sono ora necessariamente in fase di disintossicazione perché le leggi sono cambiate. Ora le stesse aziende non presentano più un piano di interventi per superare la crisi, ma ci presentano un quadro di aggiornamento della situazione italiana nell’ambito della crisi. Non hanno e non sanno immaginare soluzioni. È stata citata la situazione di crisi di Askanews, con un comitato di redazione che avanza 8 proposte di mediazione con l’azienda, tutte inascoltate. Oggi si mescolano giornalismi e altro. Anche altre cose come soluzioni fantasiose, per usare un termine gentile. Soluzioni aziendali che diventano ricatti occupazionali e licenziamenti per motivi economici. In questo quadro in cui tanti sono stati espulsi dalle redazioni, ci dobbiamo porre sì il problema del ricambio generazionale, senza però dimenticare il recupero di chi è finito fuori”. Una riflessione poi Besana la dedica al titolo del congresso: “Un tema che evidenzia come una parte della rivoluzione tecnologica mette a rischio la natura del nostro lavoro. Sono orgoglioso e mi sento avanzato, non vecchio, perché ho deciso di non usare Facebook”.

Link