Intervento di: Nicoletta Morabito, Associazione Lombarda Giornalisti


mercoledì 13 febbraio 2019

“Chiediamo al governo che finalmente venga realizzato l’equo compenso”

“Io sono una freelance e voglio parlare dell’equo compenso, perché molti non ne conoscono la storia”. Nicoletta Morabito, sostenendo l’azione della Clan all’interno della Federazione, ha scelto un unico argomento per dare il suo contributo al dibattito.
“L’equo compenso è nato nel novembre 2013. Una commissione interministeriale doveva fare il decreto esecutivo, ma quella commissione non ha mai concluso un fico secco. In seguito l’Ordine ha convocato i colleghi per elaborare una proposta più concreta. Si pensava a un tariffario dignitoso, ma purtroppo il risultato è stato la firma di un tariffario molto basso per il quale moltissimi collaboratori esterni, pur lavorando duramente, arrivano a guadagnare non molto di più di 250 euro al mese. Dopo i nostri ricorsi, Il Tar e il Consiglio di Stato hanno sentenziato che quel tariffario non è idoneo, né dignitoso”, ha spiegato.
“Cosa fare nel presente? Il 65% dei giornalisti sono precari. I dirigenti della Fnsi che saranno qui eletti – ha incalzato – dovranno chiedere al governo che finalmente venga realizzato l’equo compenso tanto desiderato, affinché esso sappia dare dignità al lavoro di migliaia giornalisti free lance”.

Link