Intervento di: Giovanni Luigi Pezzini, Fistel Cisl


mercoledì 13 febbraio 2019

“È il momento di costruire una filiera che contenga tutte le specificità del settore dei media”

Giovanni Luigi Pezzini segretario Fistel Cisl - la federazione che segue le rappresentanze sindacali per i lavoratori poligrafici - nel suo contributo al 28° Congresso Nazionale FISN ha offerto uno sguardo sulle ultime novità in tema di contrattazione messe in campo al tavolo FIEG. Come prima cosa bisogna prendere atto che vi è una vistosa questione che riguarda la diminuzione dei contratti, tracollati in dieci anni, e l’abitudine degli editori di offrire ai lavoratori un contratto simile, ma differente in termini di valori e costi.
Nell’iter dell’ultima contrattazione, ha spiegato Pezzini, “abbiamo chiuso con due proposte che riguardano innanzitutto la nascita di un nuovo contratto di filiera, che deve rivolgersi a tutto un settore dal punto di vista produttivo che è quello dell’informazione”. Oggi, infatti, l’editoria non si sviluppa solamente su carta stampata e quotidiani, ma anche sui periodici, nell’emittenza radiotelevisiva e nelle telecomunicazioni, l’informazione del futuro.
“Possiamo permetterci noi di avere più tavoli contrattuali con un diverso mondo dell’editoria?”, si domanda Pezzini. “Come sindacato ammetto il nostro ritardo sui tempi: ora è il momento di costruire una filiera definita, pur contenendo all’interno le specificità di ogni categoria. Infine, cercheremo di costruire un terreno in collaborazione ai colleghi con CISL e UIL e di scambio con la FNSI”.

Link