Intervento di: Lazzaro Pappagallo, Associazione Stampa Romana


mercoledì 13 febbraio 2019

“Le nuove professioni devono essere il cuore della nuova sfida contrattuale”

“L’editoria nazionale sta vivendo una crisi che colpisce i ricavi delle aziende, i diritti per i colleghi, la credibilità dell’informazione e la scarsa innovazione”. Lo ha detto Lazzaro Pappagallo, intervenendo al 28° Congresso della FNSI.
“Una crisi – ha spiegato - subita dal sindacato che perde a suo volta spazi di manovra e d’interlocuzione. Dobbiamo lavorare su due orizzonti che sono quello del digitale e dei diritti. L’informazione dev’essere sempre pagata e la gratuità dei siti di comunicazione è un errore dei nostri editori che dev’essere tema di confronto duro e serrato. Le nuove professioni devono essere il cuore della nuova sfida contrattuale. Abbiamo bisogno di allargare il nostro prodotto. Le nuove figure professionali consentono il ricambio generazionale che porta aria fresca nelle redazioni. I diritti costano e non vengono calati dall’alto. Non evitiamo le zone d’ombra della nostra professione. Dobbiamo favorire politiche d’inclusione sul contratto principale. Il nostro sindacato ha bisogno di ascolto, dialogo e rinnovo del patto federale”.

Link