Intervento di: Marzio Fatucchi, Associazione Stampa Toscana


mercoledì 13 febbraio 2019

“Spero che il prossimo Congresso possa essere popolato di nuovi colleghi”

“Spero che il prossimo Congresso FNSI potrà essere popolato di nuovi colleghi”. Con queste parole Marzio Fatucchi, delegato di Firenze, apre il suo intervento e si pone la domanda sul futuro, ribadendo la necessità di tenere insieme un sindacato che possa affrontare tematiche e problemi rappresentando tutti coloro che operano nel mondo dell’informazione.
L’approccio degli editori è quello di razionalizzare in base ai costi. “La sfida digitale gli editori non la stanno nemmeno affrontando – dice poi – ma tocca al sindacato prendere atto della situazione. Ricordiamoci inoltre che la sfida digitale è come quella che sta coinvolgendo il settore produttivo, la cosiddetta industria 4.0, e gli stessi principi sulla rivoluzione del metodo di lavoro valgono anche per una professione intellettuale come la nostra. Non bisogna allarmarsi dunque, ma prendere spunto da altre esperienze e porre concretamente azioni in essere”.
“Partendo dalla consapevolezza che il ruolo del giornalista sia l’asse portante della democrazia – conclude Fatucchi – la libertà a cui si deve aspirare dev’essere non solo professionale ma anche economica, perché il rischio è di perdere professionalità molto valide nella fascia di età 35-45 anni come è capitato a molti colleghi, che preferiscono abbandonare la professione per fare un altro lavoro”.

Link