Intervento di: Filippo Mele, Associazione Stampa della Basilicata


mercoledì 13 febbraio 2019

“Ecco come operano le mafie nella zona del Metapontino”

Filippo Mele ha raccontato la sua ultratrentennale esperienza di giornalista a Scanzano Jonico, in Basilicata. «Anche stanotte – ha raccontato – si è registrato l’ennesimo attacco incendiario a un’azienda ortofrutticola. Nel mio lavoro ho sempre raccontato questo tipo di fatti di cronaca: attacchi incendiari a villaggi turistici, pestaggi, incendi ad attività economiche». Il Metapontino è una zona costiera della Basilicata in cui «i soldi ci sono» ha detto Mele. Questi atti intimidatori sono stati ridimensionati dalla Procura di Matera. Mele è categorico: «Sono evidentemente le mafie. Abbiamo la ‘ndrangheta, la Sacra corona unita e la camorra a pochi chilometri. E sono anche qui. Per me è stata decisa la sorveglianza dinamica. Il 10 ottobre 2018 ho trovato nella mia casa di campagna una busta bianca con un bossolo di pistola, e una tettoia squarciata da una bomba carta. Non mi fermerò. E chiedo ai vertici Fnsi di venire anche nella nostra periferia».

Link