Intervento di: Antonio Di Bella, Direttore RaiNews24


giovedì 14 febbraio 2019

“Il sindacato stia vicino a chi mette a rischio la vita per informare i cittadini”

«Tanti giornalisti sono oggi senza lavoro. Tanti giornali hanno chiuso dopo anni di attività». È partito dai problemi del lavoro ed economici che investono il giornalismo l’intervento al Congresso Fnsi di Levico Terme di Antonio Di Bella, Direttore di Rai News. «L’altra grande emergenza – ha detto Di Bella – sono le minacce ai giornalisti. Molti di noi mettono a rischio la vita per informare, in contesti di guerra come nei territori dominati dalle mafie. È importante che il sindacato stia loro vicino». In questo momento difficilissimo per l’informazione, quindi, l’unica ricetta possibile, per il mondo del giornalismo, secondo Di Bella, è l’innovazione: «È la cosa più difficile, innovare. Ma è l’unica speranza. Il New York Times insegna: ha raggiunto più introiti dal digitale che dal cartaceo. Anche la Rai ha la responsabilità di innovare». Il ruolo dei giornalisti ha occupato le considerazioni finali di Di Bella: «Il nostro compito è la difesa dei corpi intermedi, oggi messi a rischio dalla dinamica verticistica “Ein Volk, ein leader”. Dalle radio libere degli anni settanta al progetto Europhonica cui lavorava Antonio Megalizzi, colpito a morte a Strasburgo, gli esempi positivi non mancano».

Link